Caponatina di verdure

Una ricetta molto semplice da fare ma veramente sfiziosa che si accompagna benissimo con dei formaggi (se non siete vegani!) e pane casereccio.

  DIFFICOLTA’    facile   PORZIONI   per  4  persone
VEGANO   si        LATTICINI  no       GLUTINE  no

INGREDIENTI
2 peperoni rossi
1 melanzana
4 coste di sedano bianco
100g olive denocciolate meglio se taggiasche
1 cucchiaio di miele
aceto di mele o vino bianco
olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE
1) Tagliate a cubetti il peperone e il sedano e teneteli separati poi  sbucciate la melanzana e fate lo stesso.
2) Scaldate una padella con due cucchiai d’olio e fate saltare i peperoni, aggiustate di sale, dopodiché metteteli in una bacinella. Ripetete la stessa operazione con le altre verdure.
3) Aggiungete le olive,  il miele e qualche cucchiaio di aceto a piacere e amalgamate. Lasciate raffreddare in frigorifero per almeno un paio di ore. E’ un piatto che si può consumare anche freddo, perfetto per le stagioni calde! Servite assieme a qualche fetta di formaggio se non siete vegani e pane casereccio.


FRASE DI INCORAGGIAMENTO
“Oltre alle armi nucleari, il mondo attuale ha di fronte numerose altre gravi minacce fra cui il susseguirsi pressoché infinito di conflitti armati e la sofferenza dei rifugiati che stanno aumentando rapidamente. Tuttavia io non sono pessimista riguardo al futuro dell’umanità, perché ho fede nei giovani del mondo, ognuno dei quali incarna la speranza e la possibilità di un futuro migliore.”

Daisaku Ikeda – La solidarietà globale dei giovani – 26 gennaio 2017

Crackers alla curcuma

I crackers alla curcuma sono un ottimo e salutare spuntino! Non mi stancherò mai di dire che tutto ciò che cuciniamo in casa ha un valore immenso per la nostra salute. In fondo alla ricetta troverete tutte le qualità della curcuma.

DIFFICOLTA’     facile   PORZIONI   circa 50 pezzi
VEGANO    si         LATTICINI   no        GLUTINE  si

INGREDIENTI
250g farina 0
250g farina manitoba
180g circa acqua tiepida
60g olio d’oliva extra vergine + 2 cucchiai
10g sale
mezzo cucchiaino di curcuma
4g lievito di birra secco
2 rametti rosmarino
PREPARAZIONE
1) Setacciate le farine e mettete in una piccola planetaria o in una bacinella. Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida e unite alla farina poco per volta. Lavorate nella macchina con il gancio da impasto oppure a mano, se l’impasto risultasse troppo asciutto aggiungete qualche cucchiaio d’acqua o viceversa, se risultasse troppo liquido unite qualche cucchiaio di farina.  Se usate la macchina azionatela a bassa velocità.
2) Aggiungete il sale, 60g di olio e la curcuma; lavorate finché l’impasto risulta liscio e  vellutato.
3) Lasciate riposare 2 ore in una bacinella coperta da pellicola in un luogo tiepido e lontano da correnti d’aria, ad esempio dentro il forno spento o in un armadio.
4) Riprendete l’impasto e tiratelo alla macchina della pasta sino a ottenere una sfoglia sottile di circa 2 mm dopodiché ritagliate dei rettangoli di circa 4cm x 6cm con un taglia pasta ondulato.
5) Disponete i crackers senza sovrapporli, sopra una teglia ricoperta di carta da forno; ungeteli con 2 cucchiai d’olio, salateli e cospargeteli di rosmarino. Infornate a 200°C per 10 minuti. Serviteli freddi.


CURCUMA
La curcuma viene utilizzata spessissimo in cucina per il suo bel colore ma non tutti sanno delle sue incredibile proprietà benefiche.
La curcuma è un naturale antifiammatorio indicata per contrastare dolori articolari, svolge un’azione depurativa, stimola le vie biliari, è antiossidante, fluidifica il sangue, contrasta l’azione dei radicali liberi, a livello topico svolge un’azione cicatrizzante per scottature, punture d’insetti, piccole ferite.


FRASE DI INCORAGGIAMENTO

“Oggi, ancora una volta, decido di dedicare la mia vita alla pace. Di essere così forte che nulla potrà alterare la pace del mio spirito. Di trasmettere salute, gioia e speranza a chiunque io incontri. Di far sentire ai miei amici che c’è qualcosa di buono e di magnifico in loro stessi. Di guardare il lato positivo in ogni cosa e di essere ottimista nella vita. Di sfidarmi ad agire e di mirare al meglio. Di essere felice nella vittoria degli altri così come nella mia. Di non scordare gli errori del passato e di avanzare risolutamente per ottenere i migliori risultati nel futuro. Di dedicare totalmente tanto tempo al mio miglioramento personale che non me ne resterà più per criticare gli altri. Di essere troppo forte per la paura, troppo nobile per la collera, troppo felice per l’inquietudine. Di approfondire la mia fede ogni giorno affinché possa trovare la strada da seguire nella vita.”

Daisaku Ikeda

Focaccia velocissima pronta in un ora e mezza

Una focaccia con una crosticina croccante e l’interno morbido, pronta in un ora e mezza!
Una ricetta particolare perché non richiede di impastare ma solo di amalgamare gli ingredienti.
Tutte le focacce sono fatte di cose semplici come farina, acqua e lievito ma per ottenere un buon risultato bisogna seguire attentamente tutti i passaggi e non sottovalutare certi accorgimenti 😜

 DIFFICOLTA’   semplice
 ma non sottovalutate nessun passaggio
DIMENSIONE TEGLIA  circa 30×35
  VEGETARIANO  si          LATTICINI  no          GLUTINE  si
FORMULA PER ADEGUARE L’IMPASTO ALLA DIMENSIONE DELLA VOSTRA TEGLIA
misura teglia x 5 : 10  esempio  cm50xcm35 per 5  diviso 10 = 875g (peso di farina + acqua)

INGREDIENTI
250g farina 00 (farina debole= quantità scarsa di proteine)
250g farina w 260 (farina di media forza= quantità proteine) oppure farina Manitoba
15g lievito fresco
300g acqua a temperatura ambiente priva di cloro (se usate quella del rubinetto lasciate evaporare il cloro in una brocca)
2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva + altro per la teglia
10g sale
1 rametto di rosmarino

 

Salamoia
65g di acqua a temperatura ambiente priva di cloro
65g olio extra vergine di oliva
20g sale fino


PREMESSE
La quantità d’acqua per fare una focaccia varia dal 50% all 80% rispetto al peso della farina. In questa ricetta usiamo il 60% ma potrebbe servircene un pò meno oppure un pò di più; questo dipende perché ogni farina ha un grado diverso di assorbimento. Io vi consiglio di iniziare con 275g di acqua e poi semmai aggiungere il restante 25g o più se l’impasto dovesse risultare troppo duro.
Il lievito dovrebbe essere il 2% rispetto al peso della farina ma vi consiglio questa proporzione d’estate quando fa caldo; in questa ricetta ho aumentato leggermente la dose per una focaccia fatta d’inverno.
Questa ricetta è particolare perché non richiede di impastare ma solo di amalgamare in quanto l’impasto è molto molle.
Le farine sono diverse per tipologia e ognuna ha un uso specifico; per la focaccia si usano: farine deboli circa 9g di proteine, farine medie circa 11g di proteine e farine forti circa 13g di proteine quest’ultime adatte per lievitazioni lunghe tantissime ore.
Cosa teme l’impasto per la focaccia: il troppo caldo in questo caso andrebbe fatta lievitare in un luogo fresco e il troppo freddo a cui si può rimediare mettendo l’impasto in un forno spento o dentro un armadio della cucina anche perché soffre le correnti d’aria e gli sbalzi di temperatura.
Altra cosa: l’impasto non va “maltrattato”, non va tirato, non va appiattito, né bucato.
Detto ciò partiamo con la preparazione!

 

1) Mettete in una bacinella i due tipi di farina e il sale e mischiate accuratamente.

 

2) Pesare inizialmente 275g di acqua

 

3) Sciogliere il lievito fresco dentro nell’acqua

 

4) Mettere nel centro della farina l’olio

 

5) Versare l’acqua e lievito sulla farina

 

6) Amalgamate con un cucchiaio

 

7) Se l’impasto risulta duro aggiungete i restanti 25g di acqua e
se serve anche qualcosa in più. L’impasto deve risultare lavorabile con un cucchiaio. 

 

8) L’impasto non va troppo lavorato né tantomeno lavorato su un piano di lavoro come si fa solitamente per altre ricette di focaccia

 

9) Ungete una teglia con dell’olio

 

10) Lasciate riposare l’impasto sulla teglia leggermente unto di olio e ricoperto o con un telo o con della pellicola dentro un forno chiuso e spento o un armadio possibilmente tiepido (parliamo della ricetta fatta in inverno).
I primi 30 minuti di lievitazione

 

11) Riprendete l’impasto e stendetelo su tutta la superficie della teglia, delicatamente, cercando di far aderire l’impasto sul bordo perché quando verseremo la salamoia questa non dovrà scivolare sotto.
Seconda lievitazione di 30 minuti

 

12) Preparate la salamoia, sbattetela con una forchetta e versatela sull’impasto.
Terza e ultima lievitazione. Lasciate riposare per un’altra mezz’ora.
Non preoccupatevi se vi sembra troppa la salamoia, nella cottura verrà assorbita completamente.

 

13) Cospargete gli aghetti di rosmarino su tutto l’impasto e infornate a 220° C per circa 25 minuti oppure se il vostro forno arriva a temperatura più alte anche a 240° C per 10/15 minuti.


CONSIGLI
Se dovesse avanzare ( dubito…😜) si conserva 2 giorni meglio se avvolta in una pellicola.


FRASE DI INCORAGGIAMENTO

“Spesso, le cause di conflitti devastanti che si verificano in diverse parti del mondo risiedono nella deprivazione economica. Il problema centrale dell’epoca attuale è la povertà estrema. Non ci può essere pace là dove regna la fame” Daisaku Ikeda

Torta salata funghi, prosciutto cotto e formaggio

DIFFICOLTA‘  facilissimo PORZIONI 8 fette piccole oppure 4 grandi
VEGETARIANO  no               LATTICINI  si            GLUTINE  si

 

INGREDIENTI
• 1 conf. pasta sfoglia circa 230g
• 300g patate lesse schiacciate oppure potete sostituirle con 300g di ricotta asciutta (tipo romana)
• 350g di funghi champignon freschi
• 3 fette di prosciutto cotto
• 200g emmental oppure  provola, fontina …l’importante che sia un formaggio non troppo stagionato e che tenda a sciogliersi con       il calore
• 1 uovo intero
• pepe macinato al momento
• qualche fogliolina di salvia
• olio evo


1) Pulite i funghi. Tagliate  il gambo finale sporco di terra; sotto l’acqua corrente raschiate via con un coltellino le impurità (i funghi non vanno immersi  nell’acqua perché tendono ad assorbirla, sono come delle piccole spugne 😜 ). Asciugateli, affettateli e fateli saltare in padella con 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva. Cuocete a fiamma vivace per 5 o 10 minuti al massimo, salateli verso la fine, dopodiché lasciateli scolare bene affinché perdano il liquido che si sarà formato durante la cottura.

2) Sbattete l’uovo con il sale e unite le patate, 100g di emmental grattuggiato e amalgamate.

3) Mettete la pasta sfoglia in una teglia da forno e punzecchiate il fondo con i rebbi di una forchetta, serve per non fare gonfiare la pasta durante la cottura. Stendete il prosciutto cotto e sopra spalmate le patate e formaggio.

4) Tagliate a fettine sottili il restante emmental e distribuitelo sulla superficie assieme alle fettine di funghi; macinate poco pepe e decorate con qualche fogliolina di salvia.

5) Infornate a 200°C per 30 minuti dopodiché controllate che la pasta sia gonfia e color nocciola. Servite caldo o tiepido.


FRASE DI INCORAGGIAMENTO
“L’autostima non può essere costruita dall’oggi al domani. Ogni cosa ha bisogno di tempo. Se continuerai a fare sforzi coraggiosi giorno dopo giorno, alla fine acquisterai fiducia” Tratto da La nuova rivoluzione umana vol.9 di Daisaku Ikeda