Tortino di riso venere e germogli

Questa ricetta mi piacerebbe intitolarla: “ben tornata primavera!”
Ingredienti semplici e colori smaglianti! Un piatto vegano a tutta energia. Mettiamoci subito ai fornelli per scoprire che √® anche veloce da realizzare ūüėú

DIFFICOLTA’¬† ¬†facile PORZIONI¬† ¬†per 4 persone
VEGANO   si      LATTICINI   no      GLUTINE   no

INGREDIENTI
240g riso venere
16 fiori di zucca
1 cipolla tropea
75g germogli a piacere
aceto di mele o aceto di vino bianco
PER IL PESTO
100g spinacino novello
100g rucola
qualche foglia di basilico
1 piccolo spicchio d’aglio a cui si deve togliere l’anima
olio extra vergine d’oliva

PREPARAZIONE

1) Pulite la cipolla dal rivestimento esterno, dividetela a metà in senso longitudinale e sfogliatela delicatamente cercando di non romperla.
2) Lessate il riso in abbondante acqua salata poi scolatelo bene, mettetelo in una bacinella e¬† tenetelo da parte. Nella stessa pentola rimettete a bollire circa mezzo litro d’acqua con mezzo bicchiere scarso di aceto, portate a bollore, salate e immergete gli strati di cipolla per 2 minuti, scolateli e fateli asciugare sopra un canovaccio.
3) Frullate gli spinacini, la rucola, il basilico, lo spicchio d’aglio e un pizzico di sale con 20g di olio.
4) Pulite i fiori di zucca. Tagliate via la parte vicino al gambo, apriteli a met√†, togliete i pistilli e poi sciacquateli sotto l’acqua corrente (attenzione non vanno immersi nell’acqua), asciugateli delicatamente.
5) Riprendete la bacinella del riso e aggiungete 3/4 del pesto e i fiori di zucca tagliati grossolanamente, amalgamate bene. Posizionate sopra un piatto un copa pasta del diametro circa di 9 cm, riempitelo con il riso, pressatelo e sfilate via l’anello, aggiungete le cipolle, i germogli, conditeli con un filo d’olio e per ultimo decorate con un cucchiaio di pesto.


IL RISO VENERE
Questo tipo di riso √® tutto Italiano, ottenuto nel 1997 da due variet√†, una locale bianca e una nera asiatica. E’ ricco di antociani, preziosi antiossidanti contro l’invecchiamento cellulare, inoltre √® un riso integrale quindi con un indice glicemico molto pi√Ļ basso rispetto alle variet√† bianche ed √® ovviamente senza glutine.


Il piatto, la posata e i tovaglioli sono di Zodio
FRASE DI INCORAGGIAMENTO
“La Legge Mistica √® la forza illimitata che gi√† esiste nella nostra vita.”
dal sito ufficiale SGI-Italia

 

Sfiziosi involtini di verza e riso

Ciao a tutti, oggi vi spiegherò come fare dei sfiziosi involtini di verza e riso.
Gli ingredienti: 1 verza, 350g circa salsa pomodoro, 250g riso, 1 cipolla, 2 carote, 1 litro brodo, erbe e spezie, 1 spicchio d’aglio.
1) Preparate un brodo con carote, sedano e cipolla, ma anche con tutte le verdure che vi avanzano in frigorifero. Fate rosolare con due cucchiai¬† d’olio evo poi aggiungete l’acqua. Per chi lo desidera potete unire della carne adatta per il lesso. Aggiungete un pizzico di sale.

2) Togliete il torsolo della verza e immergetela in acqua bollente salata per 5 minuti. Scolatela, raffreddatela in una bacinella con acqua fredda.

3) ūüėú¬† Tagliate a met√† lo spicchio d’aglio e togliete la parte centrale, l’anima, cos√¨ avr√† un sapore pi√Ļ delicato e sar√† pi√Ļ digeribile.

4) Tagliate finemente la cipolla e soffriggete con l’aglio con due cucchiai di olio evo. Aggiungete la salsa di pomodoro e fate cuocere per 15 minuti.¬† ¬†Aggiustate di sale.

5) Unite la salsa al riso CRUDO. Aggiungete erbe e le spezie a piacere: prezzemolo, coriandolo, cumino, paprica, harissa, curry ect;

6) Scolate e asciugate la verza. Togliete la nervatura pi√Ļ dura da ogni foglia e dividetele a met√† per ottenere circa delle parti di 9cm x 9cm.
Farcite ogni foglia con un cucchiaio di riso e salsa.  Arrotolate molto strette tutte le foglie di verza.

7) Affettate le carote a rondelle e mettetele sul fondo della pentola SENZA nessun condimento, unite i rotolini di verza, sistemateli ben stretti fra  di loro e copriteli con il brodo. Il brodo deve leggermente coprire i rotolini. Fate cuocere con coperchio per circa 35 minuti. Controllate a metà cottura il livello del brodo e nel caso aggiungetene.

8) Servite caldi o tiepidi. Questi involtini sono ottimi anche il giorno dopo riscaldati con poca acqua in una padellla.
Il nome di questi sfiziosi involtini è Mahshi e sono un piatto tipico egiziano.
Pirofila in ceramica Tiger, tovagliolo bicchiere e vasetto Cargo, posate metallo e legno Zara Home.