pasta fatta in casa

Maccheroni al ferretto

I maccheroni al ferretto sono una specialità Italiana, pasta fatta a mano, semplice da fare. In questa ricetta li propongo con un condimento di pomodorini  e un pesto di origano fresco.

DIFFICOLTA’  facile          PORZIONI  per 4 persone
VEGETARIANO  si

GLUTINE    si

LATTICINI   no

Ingredienti
Per la pasta dei maccheroni al ferretto

300 g farina di semola di grano duro
circa 160 ml d’acqua
pochissimo sale

Per il condimento

500 g di pomodorini
120 g carote
70 g sedano
3 cipolle piccole e fresche
15 g origano fresco o maggiorana
5 gherigli di noce
6 mandorle
2 spicchi d’aglio
peperoncino o paprika a piacere

Prepariamo la pasta

1)  Disponiamo 300 g di farina di semola a cratere, mi raccomando deve essere di grano duro.
Aggiungiamo 160 ml di acqua tiepida  poco per volta mentre amalgamiamo con una forchetta.
Quando la farina avrà assorbito tutta l’acqua cominciamo a lavorare con le mani. Aggiungiamo pochissimo sale perché trattiene l’umidità e renderebbe molliccio il nostro impasto.
Ogni farina assorbe l’acqua in modo diverso e quindi la dose è indicativa, se ci rendiamo conto che l’impasto è troppo duro aggiungiamo uno o due cucchiai di acqua.
Lavoriamo per dieci minuti o finché l’impasto risulta liscio, elastico e la superficie omogenea.
Teniamo la pasta a riposare per 30 minuti coperta per non farla seccare, questo serve per distendere il glutine che si è formato lavorando la farina.

Prepariamo le verdure 

1) Tagliamo  500 g di pomodorini a metà, partendo dal picciolo.
2) Tagliamo le verdure grossolanamente per poterle frullare tutte assieme con un mixer o un robot da cucina.

Prepariamo il pesto di origano

1) Frulliamo 15 g di origano fresco che in effetti è un po’ difficile da trovare, io ho la fortuna di averlo nel mio orto,  in alternativa possiamo usare tranquillamente della maggiorana.
2) Aggiungiamo 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva, cinque gherigli di noci, 6 mandorle, 1 cucchiaino scarso di sale, qualche cucchiaio d’acqua e frulliamo sino a ottenere una pasta omogenea

Prepariamo il condimento

1) Mettiamo dell’olio in una padella e uniamo due spicchi d’aglio e facciamoli arrostire, poi togliamoli; uniamo le verdure e cuociamo a fuoco vivace rimestando in continuazione.
Aggiustiamo di sale e aggiungiamo i pomodorini e poi dell’acqua. Cuociamo per circa dieci minuti, saliamo ancora un pochino e mettiamo il pesto. Uniamo ancora dell’acqua poco per volta e continuiamo a girare il condimento per i maccheroni al ferretto.
In ultimo mettiamo del peperoncino a piacere.

Prepariamo i maccheroni al ferretto

1) Per fare i maccheroni non c’è bisogno delle assi tipiche per fare la pasta fatta in casa, basta un tagliere di legno perché c’è bisogno di poco spazio. Dividiamo in quattro parti la pasta e per ogni parte ricaviamo due “serpentelli” della grandezza circa di un dito medio.
2) Tagliamo un tocchetto di circa quattro cm e immergiamo il ferretto, sigilliamo la pasta e facciamo rotolare con una leggera pressione delle mani poi  sfiliamo delicatamente senza schiacciare.
Se non riusciamo a sfilare il maccherone potrebbe essere che abbiamo fatto troppa pressione sul ferretto e la pasta si è appiccicata oppure abbiamo assottigliato eccessivamente lo spessore del maccherone.
3) Possiamo utilizzare per fare i maccheroni anche uno stecco di legno, quelli per fare gli spiedini oppure un ferro per fare la maglia.

Cuociamo i maccheroni

1) Facciamo bollire una pentola d’acqua, saliamo e aggiungiamo poco olio che serve per non far appiccicare i maccheroni tra loro.
Scoliamoli con una schiumarola e passiamoli direttamente nella padella del condimento, riscaldiamo brevemente se necessario e aggiungiamo poca acqua se dovessero risultare troppo asciutti.
Serviamo con qualche fogliolina di origano.


Se volete approfondire l’uso delle farine andate al mio post Pane fatto in casa veloce 

maccheroni al ferretto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FRASE DI INCORAGGIAMENTO

” Incoraggiare significa trasmettere serenità, speranza e coraggio. E’ un’azione ispiratrice che riaccende la vita dell’altro e fa emergere la forza di non arrendersi di fronte a nulla. Il vero significato dell’incoraggiamento risiede in un cuore che desidera la felicità dell’altro”

Nuovo Rinascimento n° 670    S.G.I Istituto Buddista Italiano

Lascia un commento