Torta pasqualina

Torta salata che per tradizione si fa a Pasqua

Mancano poche settimane a Pasqua ed è bello riscoprire le ricette della tradizione. Quello che vi propongo è proprio una di queste, la vera ricetta della torta pasqualina.
Si prepara una sfoglia a mano, con pochi ingredienti semplici: farina, acqua, olio di oliva, sale, niente lievito. Si copre una teglia con tre strati di pasta e si riempie di spinaci, ricotta e tante uova. E’ una ricetta ligure che si prepara per le feste Pasquali perfetta a tavola o per un picnic fuori porta. Per prepararla ci vuole un pò di pazienza ma come tutte le cose che richiedono impegno poi ci regalano grande soddisfazione. Acquistiamo tutti prodotti freschi a partire dagli spinaci, delle uova di qualità e della buona ricotta.

DIFFICOLTA’  media  PORZIONI  8 fette
VEGETARIANO  si    LATTICINI  si    GLUTINE   si

Ingredienti

PER LA PASTA
– 500 g farina + altra per lavorare
– 300 ml di acqua
– 1 cucchiaino di sale
– 30 g olio extra vergine di oliva
– 2 cucchiai di formaggio grana

PER IL RIPIENO
– 1,5 kg spinaci o erbette
– 500 g ricotta di pecora o vaccina come preferite
– 400 g formaggio grana + 2 cucchiai
– 12 uova
– maggiorana fresca
– erba cipollina
– noce moscata e pepe

 

Preparazione

PREPARIAMO LA  PASTA
1) Mettiamo la farina in una bacinella e aggiungiamo l’acqua poco per volta, uniamo l’olio ed infine il sale.Cospargiamo il piano di lavoro con della farina e cominciamo a lavorare la pasta con le mani per circa 10 minuti o finché risulterà vellutata ed elastica.

Tagliamo in quattro parti, tre uguali e il terzo pezzo più piccolo, arrotondiamoli sino a formare delle palline e mettiamoli sopra un canovaccio infarinato; copriamo con un altro canovaccio perché la pasta teme l’umidità.

PREPARIAMO IL RIPIENO DI SPINACI
1) Facciamo lessare gli spinaci in acqua salata, scoliamoli e strizziamoli con le mani per togliere tutta l’acqua in eccesso, quindi tagliamoli grossolanamente.
2) Sbattiamo tre uova con un cucchiaino di sale, uniamo 200 g di formaggio grana, gli spinaci, la maggiorana fresca e amalgamiamo.

PREPARIAMO IL RIPIENO DI RICOTTA
1) Sbattiamo tre uova con un cucchiaino di sale, con 200 g di formaggio grana, la ricotta. Quando avremo mischiato bene l’impasto,  aggiungiamo dell’erba cipollina, un pò di noce moscata e pepe.

LAVORIAMO LA PASTA A MATTARELLO
1) Prendiamo una delle tre palline uguali e cominciamo a lavorare con il mattarello sino a ottenere una sfoglia rotonda e sottile, spessa pochi millimetri. Foderiamo una teglia del diametro di 24 cm con della carta da forno e copriamo con la prima sfoglia. Ungiamo il fondo con poco olio e cospargiamo un cucchiaio di grana.
2) Lavoriamo la seconda pallina di pasta e lavoriamola come abbiamo fatto con la precedente. Mettiamo sopra la teglia e di nuovo ungiamo con olio e aggiungiamo un cucchiaio di grana.
3) Terzo strato di pasta, procediamo come sopra ma questa volta non metteremo l’olio e il formaggio.

RIEMPIAMO LA TEGLIA
1) Mettiamo gli spinaci nella teglia, appiattiamo bene la superficie con un cucchiaio. Facciamo 7 buchette, una al centro e le altre ben distribuite tutte intorno. Prendiamo sette uova e dividiamo i tuorli dagli albumi. Inseriamo i tuorli nelle buchette e teniamo da parte gli albumi.
2) Copriamo con la ricotta, distribuiamo l’impasto delicatamente facendo attenzione a non rompere i tuorli.
3) Sbattiamo leggermente gli albumi con due cucchiai di grana e distribuiamo sulla ricotta.

COPRIAMO TUTTO QUANTO CON L’ULTIMO STRATO DI PASTA
1) Prendiamo l’ultima pallina di pasta, quella più piccola, e lavoriamola a mattarello come abbiamo fatto con le altre.
Quando la sfoglia sarà bella sottile arrotoliamola sul mattarello e srotoliamola sulla teglia.
2) Tagliamo con una forbice tutta la pasta in eccesso. Ripieghiamo verso l’interno tutti gli strati di pasta e cerchiamo di sigillarli assieme.

METTIAMO IN FORNO LA TORTA PASQUALINA
1) Cuociamo a 180 ° C per 60 minuti circa.  Il tempo di cottura è indicativo perché ogni forno anche se impostato alla stessa temperatura lavora in maniera diversa. Consiglio sempre di controllare dopo i 40  minuti il colore della pasta che deve essere color nocciola e la consistenza della superficie che deve risultare soda.
2) La torta pasqualina può essere assaporata calda o anche a temperatura ambiente.
————————————————————————————————————————————————-

PASTA MATTA
La torta pasqualina non va fatta con la pasta sfoglia o pasta lievitata ma bensì con la pasta matta. Per migliorare l’elasticità della pasta matta si può aggiungere un cucchiaio di aceto bianco o di mele assieme all’acqua di preparazione.
La ricetta che vi ho proposto è molto fedele a quella originale Ligure, l’unica variante è l’utilizzo della ricotta al posto della prescinseua genovese, un prodotto caseario tipico solo di quella provincia e introvabile nel resto d’Italia.

LOTTA ALLO SPRECO
La pasta avanzata che abbiamo ritagliato possiamo congelarla e riutilizzarla per una torta salata. Vuoi un suggerimento per una torta salata? Vai alla mia ricetta con patate e coste
Al momento del bisogno, scongelate la pasta, infarinate il piano di lavoro e tiratela con un mattarello.

PROPRIETA’ BENEFICHE DEGLI SPINACI
Gli spinaci come tutti gli ortaggi a foglia verde hanno proprietà benefiche per la nostra salute. Contengono sopratutto vitamina A,  acido folico e l’apporto di fibre è molto elevato. Sono ricchi di ferro ma il nostro organismo fatica ad assorbirlo per la presenza di acido ossalico.
Furono gli Arabi a introdurlo in Europa. Le foglie tenere dello spinacio possono essere consumate crude in insalata, mentre le foglie mature sono solitamente lessate.
In cucina si preparano molti piatti a base di questi ortaggi, come ad esempio: ravioli, paste, arrosti e torte salate.


FRASE DI INCORAGGIAMENTO

“Puoi avere difetti, essere ansioso e perfino essere arrabbiato, ma non dimenticare che la tua vita è la più grande impresa del mondo. Solo tu puoi impedirne il fallimento.”
Papa Bergoglio

 

Lascia un commento